Lecco, marzo-aprile 2017

Volpe, il salvatore del clochard Romeo

Donato Arrigoni “Volpe”, 52 anni, è il salvatore del senzatetto italiano Romeo. Uno dei tanti clochard che, disperato per la sua drammatica situazione, voleva solo morire. “Tutti noi Angeli di Lecco lo abbiamo assistito, ma Volpe in modo particolare – dice il Coordinatore Marco Visentin “Griso”. – Lui e Romeo sono coetanei, entrambi hanno due figlie e tra di loro è nato un feeling particolare. E Romeo, con il suo modo dolce e deciso, più di tutti noi ha aiutato e spronato a tirarsi su. Romeo era alcolizzato; ora, grazie innanzitutto a Volpe, si è disintossicato e ricongiunto alla sua famiglia.”
Volpe dice che nei City Angels ha trovato “una nuova famiglia e nuovo amici”. E quando parla di Romeo si commuove: “Sentivo che si fidava in particolar modo di me. Lo abbiamo convinto a entrare in una comunità per alcolisti, sono stato a trovarlo più volte e ho parlato tanto con lui. Ora Romeo è sereno, si è ripulito, ha fatto pace con le figlie, la moglie, i fratelli e i genitori. E mi ha promesso che diventerà anche lui un City Angel, per aiutare a sua volta chi è nella sua vecchia condizione”.
Volpe apprezza molto il civismo dei City Angels: “Quando troviamo ragazzotti teppisti che bevono e rompono le bottiglie, lasciando il vetro per terra, parlo loro amorevolmente, da papà. Spiego loro che possono ferire i bambini o i cani che le leccano, e loro mi ringraziano e raccolgono i cocci”.
E perché hai scelto proprio i City Angels?
“Perché sono uno pratico, abituato a rimboccarmi le maniche. E questo è un volontariato in prima linea, sulla strada, dove hai un immediato riscontro della tua opera. E dove ci metti la faccia e il cuore.”